• Programmatic
  • Engage conference
04/12/2023
di Caterina Varpi

Celeste presenta la nuova unit The Brandformance Society. Espansione e sviluppo internazionale tra gli obiettivi del 2024

La divisione è dedicata alla brandformance, unione di marketing e comunicazione, con una forte visione creativa e di branding. L’intervista a Davide Anali, Chief Marketing Officer, e Fabio Marangoni, Creative Director

Davide Anali e Fabio Marangoni

Davide Anali e Fabio Marangoni

Si chiama The Brandformance Society ed è l’ultima nata nella galassia di Celeste, hub digitale italiano che ha avuto origine dall’unione tra FiloBlu e Diana Corp (ne abbiamo parlato qui). La nuova business unit, che ha come obiettivo di raddoppiare i clienti e consolidare il fatturato a oltre 8 milioni di euro nel 2024, è dedicata alla brandformance, unione di marketing e comunicazione con una forte visione creativa. L’intento è quello di superare la dicotomia delle agency tradizionali tra campagne di branding e performance unendole in un unico processo.

Il contenuto diventa quindi protagonista della narrazione, un fil rouge costante che accompagna l’utente in tutte le fasi di esplorazione, valutazione e acquisto. Con un team di oltre 60 talenti provenienti da percorsi professionali nelle aree di marketing, comunicazione e design, The Brandformance Society supporta i partner ad armonizzare performance e branding, forte di un approccio strategico che si proietta nella content production, nella gestione dei touchpoint di comunicazione (Social, ADV, DEM, SEO, PR), nell’analisi dei dati e nei risultati di business. 

Davide Anali, Chief Marketing Officer, alla guida della divisione, e Fabio Marangoni, Creative Director di The Brandformance Society, raccontano a Engage gli obiettivi della nuova divisione di Celeste e quali saranno i suoi servizi.

 A quali trend del mercato risponde la nascita di The Brandformance Society? 

Davide Anali: The Brandformance Society nasce dalla consapevolezza che il mercato digitale sta entrando in una fase di consolidamento. Se negli anni passati questo ecosistema viveva una crescita veloce e al tempo stesso destrutturata, oggi affrontiamo una realtà dove la complessità, la competizione ed il peso degli investimenti sono decisamente accresciuti. Nei prossimi anni le aziende avranno sempre più bisogno di comunicare in maniera coerente ed efficace su tutti i punti di interazione con il cliente finale, dalla strategia di performance al contenuto sui social. Per questo abbiamo trovato naturale far evolvere il classico approccio di marketing in una nuova versione di “coppia creativa”, composta dal Performance Strategist e dall'Art Director: un duo capace di combinare le necessità di business a quelli che sono gli aspetti di identità che un brand deve sempre preservare. In sostanza, in questa moltitudine di touch point multichannel, dove il fatturato aziendale è sempre più spostato verso il canale digitale, vogliamo dare coerenza e consistenza ai brand attraverso strumenti ed azioni di performance.

Quali saranno, nel dettaglio, i servizi offerti dalla nuova unit?

Fabio Marangoni: Il nostro servizio principale sarà quello di fornire un progetto completo di brandformance, comprensivo quindi di tutti quegli elementi di strategia, comunicazione e marketing utili al raggiungimento di un risultato tangibile (performance di business) e soprattutto consapevole per i nostri brand. Nel dettaglio, il team metterà a disposizione competenze sulle seguenti aree: content management & production, advertising e Seo optimization, social strategy & brand amplification, Crm & Dem consulting, marketing strategy & retail approach.

Quali saranno i prossimi step?

Davide Anali: I prossimi step saranno guidati dalla filosofia di Celeste - l’hub italiano dedicato all'accelerazione del business online delle aziende, i cui punti cardine sono: espansione e sviluppo del presidio internazionale. Per la nuova business unit è infatti in programma un piano di potenziamento, che passa tramite un’acquisizione internazionale ed il rafforzamento del team attuale. Le figure coinvolte non si limiteranno ad una presenza sul mercato italiano quindi, ma saranno operativi sul territorio europeo ed americano, permettendoci di fornire un servizio geolocalizzato. 

Chi guiderà la nuova unit e da quanti professionisti sarà composta?

Fabio Marangoni: The Brandformance Society fa parte della Commerce Hub Celeste, guidata dal CEO Alberto Arcolin e sarà capitanata da Davide Anali, CMO di FiloBlu e della nuova Business Unit. Insieme a me un team di Head of composto da Davide Stevanato, Andrea Usai, Francesco Chang e Fabio Dal Colle, specializzati nelle varie competenze necessarie al progetto. Ad oggi il team conta oltre 60 figure, a cui si aggiungeranno presto altri professionisti grazie all'acquisizione in pianificazione. L’obiettivo del gruppo è arrivare a oltre 120 talenti entro la fine del 2024.

Quali sono gli obiettivi di business di The Brandformance Society per il primo anno di attività?

Davide Anali: Per il 2024 prevediamo un raddoppio dei clienti attualmente gestiti ed il consolidamento del fatturato di Unit ad oltre 8 milioni di euro. Il tutto sarà poi rafforzato ulteriormente grazie al piano di espansione del gruppo. 

Fabio Marangoni: A questi numeri aggiungiamo una mission sfidante, quella di condividere la consapevolezza che il mercato chiede ai brand un approccio diverso, più coerente ed integrato nella relazione con i loro target che sono in continua evoluzione.  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI