• Programmatic
  • Engage conference
06/12/2023
di Lorenzo Mosciatti

Pubblicità, Zenith stima un mercato italiano a +2,6% nel 2023

Foto di Florian Wehde su Unsplash

Foto di Florian Wehde su Unsplash

Dopo le previsioni sul mercato pubblicitario di GroupM, è la volta ora del nuovo forecast di Zenith. L’Advertising Expenditure Forecasts dell’agenzia di Publicis Groupe stima un comparto in crescita a livello globale del 5,3%, in rialzo rispetto a quando annunciato nel precedente studio, soprattutto alla luce di un terzo trimestre molto positivo per l’advertising digitale, e in aumento del 4,8% nel 2024, quando si svolgeranno le Olimpiadi di Parigi, gli Europei di calcio in Germania e la campagna delle presidenziali statunitensi (evento quest’ultimo che per la prima volta la società ha deciso di non computare, come fanno d’altronde anche altri studi).

A livello macro regionale, Zenith stima per il prossimo anno una crescita della pubblicità del 5,6% nel continente americano, del 4,5% in Europa, in particolare grazie al contributo della spesa online, e del 3,8% nell’Asia pacifica, dove pesa la ripresa più lenta del previsto in Cina. In Italia gli investimenti pubblicitari chiuderanno invece l’anno in crescita del 2,6%, un trend sostanzialmente confermato anche per il 2024 (+2,5%).

A trainare è in particolare il mondo social ma anche il retail media, così come il formato video. L’online raggiungerà una quota del 59% del totale degli investimenti pubblicitari globali il prossimo anno, percentuale che salirà poi al 61% nel 2026, grazie ad un Cagr del 4,6%. Il video, invece, peserà allora per il 30% della spesa complessiva con una crescita media annuale del 2,1% dal 2023 al 2026: in questo caso il contributo più importante arriverà delle nuove piattaforme di streaming, da YouTube e TikTok.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI