• Programmatic
  • Engage conference
05/02/2024
di Simone Freddi

Oltre Consulting, da Sinner e i Carota Boys al futuro del marketing sportivo: intervista all’a.d. Maria Cristina Russo

L’agenzia specializzata in management e comunicazione da inizio anno affianca il popolare gruppo di fan del tennista italiano. «Oggi lo sport marketing supera i canali tradizionali»

Maria Cristina Russo e Jannik Sinner con i 'Carota Boys'

Maria Cristina Russo e Jannik Sinner con i 'Carota Boys'

“Il buongiorno si vede dal mattino”, recita il proverbio. Ed è sicuramente nata sotto i migliori auspici la collaborazione avviata quest’anno tra i Carota Boys, i 6 tifosi di Jannik Sinner noti per i loro vistosi costumi, e Oltre Consulting, agenzia specializzata in sport marketing che li affianca nel management e nella comunicazione. Come tutti sappiamo il tennista italiano ha aperto la stagione trionfando agli Australian Open, vincendo il primo slam in carriera. Un successo seguito in diretta da una moltitudine di appassionati nel grande evento organizzato dai Carota Boys insieme a Oltre Consulting nella Nuvola Lavazza (azienda sponsor del campione altoatesino), che ha dimostrato la potenzialità dei sei ragazzi di Cuneo vestiti da carota come massima espressione della Sinner-mania. Di questo e altro abbiamo parlato con l’a.d. di Oltre Consulting Maria Cristina Russo, manager con esperienza trentennale che lo scorso anno ha dato il via a questa realtà del mondo del marketing sportivo insieme a tre soci di tutto rispetto: L’a.d. di The European House – Ambrosetti Valerio De Molli, l’ex presidente di ITA Airways Alfredo Altavilla e l’ex capitano dell’Inter Javier Zanetti.  

Maria Cristina, partiamo dall’ultimo evento a Torino per il trionfo di Sinner agli Australian Open. Davvero un bell’inizio per la vostra collaborazione con i Carota Boys…  

Tutto è nato in 48 ore La mattina della vittoria della semifinale con Djokovic, quindi molto presto, noi di Oltre Consulting e i Carota Boys abbiamo avvertito la necessità di regalare ai tifosi un momento unico per il tennis italiano. Così insieme a Lavazza abbiamo concretizzato ciò che avevamo programmato. Qualità della strategia, tempismo e capacità di organizzazione sono le caratteristiche che è necessario avere e che abbiamo messo a disposizione del tennis italiano e dei Carota Boys. Il resto poi lo ha fatto Jannik Sinner, e lo hanno fotto loro. E noi l’abbiamo reso mondiale attraverso gli strumenti di comunicazione.

I Carota Boys sono l’ultima intuizione ma la sua passione per lo sport, e per il marketing legato ai personaggi sportivi, arriva da lontano. Ci racconta la sua esperienza?

Sono 30 anni che mi occupo di personaggi e di marketing sportivo fra Montecarlo, Stati Uniti, Europa e Italia con sempre una speciale propensione all’innovazione e alla creatività; ho sperimentato infatti che, se abbinate alla professionalità e alla passione, fanno davvero la differenza.

Non per niente i miei successi professionali più importanti sono sempre legati a momenti di innovazione, come fu la gestione di Alessandro Zanardi in USA con Barilla e Omega, la Formula Uno e il Golf, le iniziative con Rino Gattuso, le grandi serate televisive charity che ho ideato e realizzato, e l’operazione Azzurri di Ita Airways realizzata con gran parte del mondo dello sport.

Come si arriva a Oltre Consulting?

All’inizio dello scorso anno con Valerio De Molli, Alfredo Altavilla e Javier Zanetti abbiamo condiviso il desiderio di creare qualcosa di diverso, un punto di dialogo tra “business e sport” come nessun altro esistente, nella convinzione che il mercato non avesse non avesse bisogno di un’altra società di marketing sportivo classica, ma di un gruppo che sapesse veramente coniugare KPI di business con le piattaforme sportive. Il nostro obiettivo è fornire al mercato ciò che non c’è: un unico punto di riferimento, capace di sviluppare e realizzare tutto il percorso di marketing e applicarlo allo sport: concepire strategie, sviluppare piani, ed eseguire le attività attraverso servizi eccellenti.

Oltre garantisce ai propri partner servizi di business development, marketing, PR, consulenza ed eventi. Quali sono le caratteristiche della vostra offerta che giudichi distintive?

Prima di tutto le eccezionali competenze ed esperienze del nostro board e il fatto che svolgiamo la nostra attività di global advisor sia a livello nazionale sia internazionale, con attenzione al welfare e alla sostenibilità. Poi il fatto che supportiamo i nostri clienti in modo integrato, unendo consulenza strategica e servizi specializzati. Mi spiego meglio: possiamo permetterci di affiancare i nostri clienti a 360° ed in modo modulare, in base alle loro esigenze, grazie al fatto che abbiamo integrato e “messo a sistema” i migliori professionisti nelle diverse specializzazioni grazie ad alleanze strategiche sia in Italia che all’estero. Inoltre, un valore aggiunto rilevante è la presenza nella compagine societaria di The European House – Ambrosetti.

Come sta cambiando il marketing sportivo nell’era dei social media?

Io ho iniziato questo mestiere che praticamente non esistevano neanche le email, quindi può immaginare come sia evoluto il modo di fare sport marketing. Adesso attraverso il social media i protagonisti dello sport possono essere direttamente un media, un canale di comunicazione e di engagement diretto con la fan community. Attraverso i social media è possibile creare potenti campagne di marketing, specialmente nel campo dello sport.

La comunicazione sportiva ha vissuto una trasformazione che ha superato i canali tradizionali, coinvolgendo piattaforme quali Instagram, Facebook, YouTube, TikTok e Linkedin. Proprio questa evoluzione è la dimostrazione di come il marketing sportivo sia diventato più articolato, più di contenuti, con un focus sempre più centrato sull'interazione diretta con l’utente finale. E questo aspetto è ancora più enfatizzato nello sport, perché le emozioni e la passione dei tifosi possono essere direttamente attivate e amplificate.

Quali sono le attività che al momento vi vedono impegnati?

Operiamo in diversi settori: advisor, grandi eventi, comunicazione, progetti speciali quali merchandising e progetti editoriali, charity. Lavoriamo con le federazioni, i club, le aziende e le istituzioni. Sono da sottolineare le partnership con AIM Sport, la società specializzata negli eventi sportivi parte di AIM Group, Consiste, società specializzata in produzione innovativa, e con SportFive in relazione alle attività di business dall’ampio respiro internazionale. Il 2023 ha visto crescere velocemente il nostro business, i nostri partner e la nostra struttura. Per il 2024 puntiamo a consolidare la crescita. L’anno sarà ricco di tanti eventi internazionali in cui lo sport sarà protagonista e in molti siamo già parte attiva, come i grandi appuntamenti del tennis e gli Europei di Calcio in Germania.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI