• Programmatic
  • Engage conference
01/12/2023
di Marco Bartolo

Ciao 2001, la bibbia del rock, torna in edicola con 30.000 copie

La prima uscita, prevista per il 13 dicembre, è una special edition intitolata “Come eravamo 50 anni fa: 1973, l'anno indimenticabile del rock”

ciao 2001.png

E' stata una delle prime riviste in Italia a raccontare gli artisti della scena rock e pop internazionale e nazionale, dando voce all’emergente cultura giovanile di una generazione che reclamava uno spazio di dialogo, appartenenza e confronto.

Apparsa per la prima volta nel 1969, Ciao 2001 torna ora in edicola (edite da Sprea Editori) con una periodicità bimestrale e una tiratura di 30.000 copie, miscelando articoli originali e contributi inediti per raccontare, attraverso le voci dell’epoca e riflessioni contemporanee, i grandi protagonisti, sia popolari sia underground, della musica rock e pop, e l’ascesa del loro mito ancora attuale.

Per inquadrare la genesi di icone sempre moderne e rivivere la stagione d’oro dei decenni di musica e culture alternative, i curatori Maurizio Becker e Renato Marengo selezionano interviste, recensioni, approfondimenti e curiosità che rappresentano il meglio del periodico che appassionò tanti lettori diventando, oltre che un punto di riferimento culturale, anche un caso editoriale, ospitando quelle che diventeranno le più celebri firme del giornalismo musicale e discografico.

“Sempre sull’onda dei tempi, senza censure e con autentica apertura ai temi politico-sociali, Ciao 2001 non manca di riproporre le rubriche di dibattito che hanno fatto epoca e le firme che alimentarono il gusto e la formazione di tanti ragazzi”, si legge nella nota stampa.


Leggi anche: LE ULTIME NOTIZIE DALLA MEDIA INDUSTRY


La prima uscita è una special edition intitolata “Come eravamo 50 anni fa: 1973, l'anno indimenticabile del rock”. La pubblicazione avrà un formato 23 x 28,5 cm, 112 pagine interne con carta patinata e sarà in vendita al prezzo di 9,90 euro. Ciao 2001 sarà in vendita, in edicola e libreria, a partire dal 13 dicembre.

Fondata nel 1993 dall’attuale presidente Luca Sprea, e con un board giovane composto dall’a.d. Alessandro Agnoli (36 anni) e dai consiglieri Giulia Spreafico (30 anni) e Stefano Pernarella (35 anni), Sprea Editori è uno dei principali editori di periodici italiani. Con allattivo più di 80 riviste specializzate e 10 portali web, che spaziano in diversi settori (automotive, travel, food, garden, pet, arredamento, creatività femminile, storia, scienze e fotografia), il gruppo edita attraverso la sua divisione Musica il mensile Classic Rock, i bimestrali Prog e Vinile, oltre a numerosi speciali tematici.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI