• Programmatic
  • Engage conference
11/02/2024
di Simone Freddi

Sanremo 2024, Rai Pubblicità centra il record con 60,2 milioni di raccolta. Trionfo di ascolti per la finale con il 74,1% di share

Dagli sponsor 10 milioni in più rispetto al precedente primato dell'edizione 2023. Gian Paolo Tagliavia: «Premiato il coraggio di innovare»

Un'immagine della conferenza stampa. Al centro, Gian Paolo Tagliavia

Un'immagine della conferenza stampa. Al centro, Gian Paolo Tagliavia

Il 74esimo Festival di Sanremo si chiude in trionfo, con ascolti clamorosi per la serata finale e una raccolta pubblicitaria da record che ha raggiunto i 60 milioni e 182 mila euro, staccando di una decina di milioni il precedente primato registrato nel 2023.

Il dato è stato reso pubblico dall’Amministratore Delegato di Rai Pubblicità Gian Paolo Tagliavia domenica nella conferenza stampa finale di chiusura del Festival.


Leggi anche: SANREMO 2024, l'ANALISI DEGLI ASCOLTI: SHARE DELL’82% NELLA FASCIA 15-24 PER L’EDIZIONE “PIÙ GIOVANE DI SEMPRE”


Il risultato di quest’anno, ha affermato l’a.d. di Rai Pubblicità «è il frutto di un percorso iniziato 5 anni fa con Amadeus, che per la prima volta ha avuto il coraggio di cambiare la liturgia dell’Ariston. Abbiamo costruito il successo di questi anni lavorando a stretto contatto sin dall’inizio, ci ha premiato il coraggio di innovare. Grazie anche all’amministrazione della città e alla sua volontà di fare un “festival per tutti”, e ovviamente agli investitori pubblicitari: senza di loro, puoi avere buone idee ma poi non riesci a metterle in pratica».

«E’ stata una settimana bellissima, gli uomini e alle donne della Rai hanno fatto una cosa pazzesca, è il frutto di un lavoro che dura un anno», ha detto ancora Tagliavia.

Il quinquennio di Sanremo con Amadeus come direttore si chiude quindi con l’ennesimo record di raccolta pubblicitaria e con un trionfo in termini di ascolti, con numeri mai registrati in questo millennio: la serata finale che ha incoronato la talentuosa figlia d’arte Angelina Mango è stata seguita su Rai 1 (dalle 21.27 all'1.59) da una media di 14 milioni 301 mila telespettatori, totalizzando il 74.1% di share. Sono dati nettamente superiori a quelli registrati nell’edizione 2023 vinta da Marco Mengoni, che aveva incollato alla tv una media di 12 milioni 256 mila telespettatori pari al 66% (sempre nella fascia oraria 21:25 - 1:59). Per trovare un risultato migliore rispetto a quello di quest’anno bisogna tornare al 1995, quando erano diverse le platee televisive e le modalità di rilevazione: nel 1995, Pippo Baudo registrò una share del 75.2% nell’edizione condotta insieme ad Anna Falchi e Claudia Koll.

sanremo-numeri

Una tavola riassuntiva dei numeri di Sanremo 2024

Il picco d'ascolto della finale di Sanremo 2024 in termini di telespettatori è stato raggiunto alle 22.39, con 18.259.000 spettatori, quando sul palco c'erano Fiorello e Roberto Bolle. Il picco di share (ma va tenuto presente che essendosi chiusa la finale ben dopo le 2 il prevedibile picco dell'annuncio del vincitore si saprà solo domani, perché le rilevazioni Auditel si fermano all'1:59), è stato dell'85,3%, raggiunto all'1.56, quando Amadeus e Fiorello hanno letto la classifica prima dello spareggio finale.   


Leggi anche: SANREMO, SECONDO EY L’IMPATTO ECONOMICO È DI 205 MILIONI DI EURO. CRESCE LA PUBBLICITÀ


Complessivamente, nelle cinque serate l’audience media del festival è stata di 11 milioni e 400 spettatori e una share del 66%, di due punti e mezzo più alta rispetto al 2023. «Il Festival appena concluso è per un uomo della Rai, quale io sono, un motivo di grandissimo orgoglio, abbiamo realizzato qualcosa di unico. In Italia nessuno è in grado di realizzare un evento come questo. Grazie ad Amadeus che ha materializzato lo spirito del servizio pubblico», ha detto l’a.d. della Rai Roberto Sergio, che sul futuro del Festival ha detto. «Ora è il tempo di fare decantare il tutto. Con Amadeus e Fiorello ci vedremo tra una quindicina di giorni per un debrief su questa edizione appena conclusa trionfalmente».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI