• Programmatic
  • Engage conference
29/11/2023
di Fabio Cazzadore, Head of Development Making Science Italia

L'intelligenza artificiale nel business: oltre l'automazione, verso la fiducia e l'etica

Fabio Cazzadore

Fabio Cazzadore

Nella sezione "opinioni", Engage ospita articoli di approfondimento sui temi caldi del mondo del marketing.

In questo contributo Fabio Cazzadore, Head of Development Making Science Italia, parla dell'applicazione dell'innovazione tecnologica, e in particolare dell'AI, al business delle aziende come leva competitiva imprescindibile.


L'accelerazione digitale è un imperativo per la competitività del business delle aziende.

L'intelligenza artificiale (AI) sinonimo anche di efficienza, è diventata il principale catalizzatore di un cambiamento radicale, a partire dalla portata della novità rappresentata dalle applicazioni basate sull’intelligenza generativa.

L'impatto dell'AI nel business si estende ben oltre gli indubbi vantaggi in termini di automazione ed efficienza operativa. Si stanno aprendo nuovi orizzonti per l'innovazione di prodotto, la personalizzazione del marketing e la ridefinizione della customer journey.

OpenAI, per esempio, con il lancio di strumenti avanzati come GPT-4 Turbo e API per la conversione da testo a voce, ha dimostrato come l'AI possa essere integrata in modo fluido nelle operazioni aziendali, dalla creazione di contenuti alla gestione delle relazioni con i clienti, ampliando le potenzialità sia per quanto riguarda l’analisi dei dati sia per quanto riguarda la creazione di contenuti.

Nell’ambito di questa rivoluzione troviamo anche Trust Generative AI, piattaforma all'avanguardia sviluppata da Making Science che supera i tradizionali limiti del contenuto generato dall'AI, offrendo una risposta alle problematiche legate alla mancanza di dati di prima parte, agli aggiornamenti delle informazioni in tempo reale, e alla personalizzazione. Con l’integrazione con Google Vertex AI e OpenAI, Trust Generative AI, il cui training set attinge anche ai dati aziendali recenti, offre alle aziende la possibilità di sperimentare e selezionare il Large Language Model (LLM), ovvero il modello di generazione del linguaggio, più adatto, garantendo la validazione e l'ottimizzazione dei contenuti generati in modo sicuro e affidabile.

Trust Generative AI mostra come l'uso di dati proprietari possa essere fondamentale per generare contenuti di alta qualità, garantendo al contempo il mantenimento della loro integrità.

Questa piattaforma si pone come uno strumento strategico nel marketing digitale, perché consente un significativo passo in avanti per quanto riguarda l'efficienza e il ritorno dell'investimento delle campagne SEO e SEM, che si traduce in una visibilità incrementata dei prodotti e dei servizi offerti.

Affidabilità degli strumenti tecnologici e personalizzazione delle soluzioni sulla base della specificità di ogni azienda: queste le due chiavi al centro di soluzioni avanzate come Trust Generative AI, nate dalla comune ricerca di esperti in ambito IT e esperti in ambito marketing.

La capacità di mettere in campo soluzioni in grado di rispondere alle esigenze del mercato e alle aspettative delle aziende nasce infatti anche dal forte investimento di Making Science nell’integrazione e sinergia interna fra sviluppo e marketing, con l’adozione di un modello organizzativo che favorisce la collaborazione e lo scambio costante fra queste due aree.

Probabilmente il tempo che stiamo vivendo sarà ricordato in futuro come un momento di svolta, un "salto quantico" per quanto riguarda l'applicazione dell'innovazione tecnologica nelle aziende. Una rivoluzione sospinta certo dall'AI, ma anche da una visione dell'innovazione che non può prescindere dal ricorso all'intelligenza collettiva e collaborativa, mettendo al centro il valore della fiducia.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI