• Programmatic
  • Engage conference
04/12/2023
di Annalisa Pomponio

Crai nomina Federica Palermini Direttore Marketing

La manager avrà il compito di implementare la strategia di crescita del gruppo

Federica Palermini, Direttore Marketing Crai

Federica Palermini, Direttore Marketing Crai

Crai, società attiva nella grande distribuzione organizzata, annuncia la nomina di Federica Palermini in qualità di Direttore Marketing. 

L’incarico va a rafforzare ulteriormente il top management del marchio, dopo l’arrivo, lo scorso dicembre 2022, del direttore generale Grégoire Kaufman, con l’obiettivo di consolidare il posizionamento e gli obiettivi di crescita del Gruppo. 

Avendo ricoperto in passato molteplici ruoli commerciali, manageriali e di marketing in importanti realtà della distribuzione alimentare, come anche del pharma, Federica Palermini vanta una consolidata esperienza che la porta ora a disegnare un nuovo percorso in Crai.

Palermini inaugura una nuova promozione dei pillar di Crai, plasmando l'organizzazione del marketing e attuando cambiamenti strategici per innalzare il percepito e gli asset strategici declinati in una rete di oltre 1.500 punti vendita sul territorio.  


Leggi anche: TUTTE LE NEWS SU NOMINE E GIRI DI POLTRONE


Giangiacomo Ibba, Amministratore Delegato di Crai, commenta l’arrivo della manager: “Grazie alla sua profonda conoscenza del mercato, delle potenzialità del marchio e dei nostri prodotti, Federica avrà la mission di tradurre il nostro piano di sviluppo nel mondo della Distribuzione Alimentare coinvolgendo i consumatori, oltre ai partner e ai soci di Crai, nell’amplificazione della catena del valore e del capitale umano che da sempre contraddistinguono l’unicità dell’offerta di Crai”. 

Federica Palermini, Direttore Marketing di Crai, dice: “Ho colto questa sfida per il potenziale enorme del brand, che in 50 anni ha consolidato la sua leadership attraverso un modello di business che rappresenta una risposta vincente sul territorio. La nostra visione vuole essere la risposta al consumatore moderno, partendo dalle caratteristiche intrinseche del Dna di Crai: ovvero la prossimità, intesa come sostenibilità e atteggiamento responsabile alla spesa e al consumo, il risparmio di tempo, garantito al consumatore nella sua spesa quotidiana, infine il valore della relazione nello store fisico, dove il digitale diventa accessorio funzionale all’omnicanalità”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI