• Programmatic
  • Engage conference
22/11/2023
di Francesco Leone

OpenAI, è dietrofront: Sam Altman torna alla guida della tech company

openai.png

Un dietrofront che ormai sembrava impossibile e che invece si è materializzato. Sam Altman tornerà alla guida di OpenAI, dopo un burrascoso licenziamento operato dal Cda e il suo conseguente approdo nel team AI di Microsoft (società che ha investito più di 10 miliardi di dollari nella startup).

"Con il nuovo consiglio e il supporto di Satya, non vedo l'ora di tornare a OpenAI e di consolidare la nostra forte partnership con Microsoft", ha scritto Altman su X.

Da OpenAI giunge notizia che l’accordo per il ritorno del manager all’interno del Consiglio di amministrazione della società è stato raggiunto a pochi giorni dal licenziamento, mettendo così fine al terremoto mediatico che si è abbattuto in queste ore sulla startup che possiamo certamente ritenere al centro dell’esplosione della tecnologia di intelligenza artificiale.

Non solo Altman, la società ha dato parere positivo anche per la ricostruzione, seppur parziale, del Cda precedente: “l'ex co-Ceo di Salesforce Bret Taylor e l'ex segretario al Tesoro Usa Larry Summers si uniranno al Ceo di Quora e attuale direttore Adam D'Angelo”, scrive in un post la company.

Nel corso della trattiva tra OpenAI e Altman, la società ha nominato diversi Ceo ad interim: l’ultimo è stato l’ex capo di Twitch, Emmett Shear. E proprio Shear, in un post su X, ha celebrato il ritorno di Altman in azienda definendo i negoziati come un processo di "circa 72 ore di lavoro molto intense".

Il licenziamento di Altman aveva portato incertezza sia per OpenAI sia per Microsoft, che si era mossa rapidamente per limitare i danni della vicenda durante il fine settimana promettendo di assumere lui e Greg Brockman, presidente della startup.

Quest'ultimo aveva lasciato OpenAI dopo l’estromissione di Altman, ma adesso sarebbe pronto anche lui a ritornare. Quasi tutti gli oltre 700 dipendenti di OpenAI avevano minacciato lunedì di rassegnare le dimissioni a meno che il Cda non si fosse dimesso e avesse reintegrato Altman e Brockman.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI